Do they know it’s Christmas? – Band Aid

Il 13 luglio 1985 si è svolto uno degli eventi più importanti della storia musicale recente: in contemporanea dallo stadio JFK di Filadelfia e dal Wembley Stadium di Londra si sono svolti i due concerti del Live Aid. L’evento, organizzato da Bob Gedolf (attore, attivista irlandese, cantante del gruppo Boomtown Rats) e da Midge Ure (cantautore scozzese, chitarra e voce degli Ultravox), mirava a raccogliere fondi per debellare la carestia che attraversò l’Etiopia in quegli anni.

Dal 1973 imperversava la guerra civile che portò alla caduta della Repubblica nel 1991 e che favorì la più grave crisi alimentare della storia del paese dal 1983 al 1985. Il reddito del paese è costituito per il 90% da agricoltura e per massima parte è dedicata alla produzione di caffè che non è usato per uso interno ma per l’esportazione. L’unico fattore che garantisce a un paese già di per sé povero un pareggio sulla bilancia commerciale. La carestia del 1983 fu una catastrofe che provocò più di un milione di morti e fu la causa di decenni di migrazioni forzate di popolazioni contadine verso terre più fertili.

Il Live Aid, però, non fu il primo evento benefico organizzato da Bob Gedolf e Midge Ure a favore dell’Etiopia.

Il 3 dicembre del 1984 fu pubblicata la canzone “Do they know it’s Christmas?” scritta dai due cantanti ed eseguita da un collettivo di artisti chiamato Band Aid. Hanno fatto parte di questo collettivo, contribuendo in maniera diversa alla realizzazione del singolo, Phil Collins, Tony Hadley, Paul Weller, Sting, Glenn Gregory, Paul Young, David Bowie, Boy George, George Michael, Bono Vox, tra gli altri.

Per ragioni organizzative, la registrazione si svolse in meno di 24 ore (lo studio fu concesso a titolo gratuito).

In un’intervista che Bob Gedolf rilasciò in quel periodo in un programma della BBC Radio 1, dichiarò che ogni penny ottenuto dalla vendita del singolo sarebbe stato donato per la causa della carestia etiope. Il governo inglese, però, all’epoca guidato dalla lady di ferro Margaret Thatcher, non voleva rinunciare ad incassare la relativa IVA. Alla fine il governo inglese fu costretto a fare un passo indietro in seguito allo sdegno della popolazione d’oltremanica.

In una settimana furono vendute circa un milione di copie, e rimase in cima alle classifiche per più di un mese.

La canzone è stata riproposta, con dei collettivi leggermente diversi, nel 2004 e nel 2014. Noi vogliamo condividere con voi la versione eseguita dal vivo durante il Live Aid del 1985 al Wembley Stadium.

E con questa canzone non solo vogliamo fare a lettori e lettrici i nostri auguri per un buon Natale e per un’ottimo 2021, ma ci auguriamo che nel futuro il mondo possa essere più unito nel combattere ogni tipo di avversità, perché è solo attraverso l’unione con gli altri che i singoli egoismi possono essere cancellati.

Auguri da tutta la Redazione di ErrareUmano.org

Link ed approfondimenti

0 0 vote
Article Rating
Segnalami i commenti che vorrei seguire.
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x