A change is gonna come – Sam Cooke

In The Mood For – Special #BlackLivesMatter

Sono nato vicino ad un fiume,
in una piccola tenda.
Oh, e proprio come un fiume, ho corso
Sin d’allora.

A change is gonna come – Sam Cooke

Se volessimo forzare la mano, questa canzone potrebbe essere definita la risposta nera a “Blowin’ in the wind”, ma alimentare i fuochi dello scontro esula dai nostri scopi, specialmente in questo caso. Preferiamo sempre che siano i fatti, e non le opinioni, a parlare, ed allora parliamo della canzone che oggi vi proponiamo per la versione special della nostra rubrica mensile #InTheMoodFor: A Change is gonna come.

La canzone è stata registrata nel 1963 e pubblicata poi l’anno seguente da Sam Cooke. Sebbene all’inizio la canzone non ebbe molto successo, è divenuta in seguito una canzone simbolo della lotta per l’uguaglianza dei neri negli anni ’60 negli USA. In quegli anni, infatti, la lotta era nel pieno del suo essere: nel 1955 Rosa Parks rifiutò di cedere il suo posto sull’autobus ad un bianco, nell’agosto del 1963, Martin Luther King pronunciò il suo celeberrimo discorso I have a dream. Il mondo, insomma, era in fermento, e guardava per la prima volta al cuore dei diritti civili, affrontando per la prima volta un problema tutt’ora irrisolto, ovvero il razzismo.

Vado al cinema
E vado in centro
Qualcuno continua a dirmi “Non puoi andare in giro”

A change is gonna come – Sam Cooke

Sam Cooke scrisse la canzone mentre era in tour in una tappa a Durham (Carolina del Nord), dopo aver parlato con alcuni manifestanti.

Il testo parla di come sia difficile essere un nero in un mondo di bianchi, perché sei costretto a correre ed a saltare gli ostacoli, e perché la tua vita sociale è regolata da stupide leggi che di dicono quando e dove andare, limitando cosi la tua libertà personale. Nonostante ciò, un briciolo di speranza per un mondo diverso resiste.

E’ passato molto tempo,
ma lo so
un cambiamento sta per arrivare.
Oh, si arriverà.

A change is gonna come – Sam Cooke

La canzone ricorda molto l’anima dei classici spiritual e pertanto può essere vista come una vera e propria preghiera.

Il video che vi proproniamo fa una carrellata non solo sui momenti salienti della lotta al razzismo negli anni ’60, ma su molte delle lotte che riguardano i diritti civili.

Un video molto emozionante, del quale vi consigliamo assolutamente la visione.

Buon ascolto, e non smettiamo mai di sperare (e di lottare), perché un cambiamento sta per arrivare.

0 0 vote
Article Rating
Segnalami i commenti che vorrei seguire.
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x