HOME

  • Croache di Vaffambaffola - Capitolo 11
    Cronache di Vaffambaffola - Capitolo 11.2 - I Natali del Re (Parte II)

Siamo agli sgoccioli del 2019 e troppe cose sono successe (e succedono ancora) che non hanno avuto il rilievo che meriterebbero. Molte parti del mondo sono in fermento e lo sono dal 2008, dall’inizio della crisi economica che ha innescato la corsa ai ripari della politica economica mondiale.

Imperativo categorico è diventato tagliare i costi, spendere poco, smantellare il welfare in piccoli pezzi oppure far credere che la crisi sia dovuta alla spesa pubblica. Le élites del mondo non ne hanno risentito minimamente, hanno continuato a concentrare il potere e le ricchezze, a imbottire di regole e leggi qualsiasi aspetto dell’economia o della vita sociale al tal punto che l’iniziativa individuale è stata seppellita da una pantagruelica mole di burocrazia.

Perché tutti lo sanno, per uno che ricco già lo è, è semplice scavalcare un cavillo burocratico con le giuste conoscenze, ma per un “piccolo” diventa l’ostacolo insormontabile.

Continua …

Il 1 dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’AIDS.

La nostra mente vola, allora, agli inizi degli anni ’90, esattamente nel 1994, quando “Streets of Philadelphia” di Bruce Springstreen vince il premio Oscar come Migliore Canzone (battendo, tra l’altro, anche Neil Young, candidato anche lui a ricevere quel premio quello stesso anno con la canzone “Philadelphia”, facente parte dello stesso progetto cinematografico). Il brano, infatti, ha fatto da colonna sonora al film “Philadelphia”, nel quale Tom Hanks, che per la sua interpretazione straordinaria vinse l’Oscar come Migliore Attore, interpreta i panni di un avvocato omosessuale che viene licenziato quando si viene a sapere che ha contratto l’AIDS.

Il film è stato uno dei primi a trattare la tematica dell’AIDS in maniera aperta, in un periodo in cui parlarne era considerato ancora un tabù, ma è stata anche…

Continua a leggere…

Capitolo 11.2 – I Natali del Re

Tempi moderni Dove eravamo rimasti: Nel 2019 Amelia Bonamente e i sue due inattesi “ospiti”, un personaggio vestito come un sofà dell’Ottocento che si fa chiamare “il Barone” e una nerboruta signora di nome Caterina, percorrono, cercando di non dare nell’occhio, la strada che porta dalla facoltà di Fisica fino a casa di Amelia per ... Leggi tutto Capitolo 11.2 – I Natali del Re

Bruce Springsteen – Streets of Philadelphia

Il 1 dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’AIDS. La nostra mente vola, allora, agli inizi degli anni ’90, esattamente nel 1994, quando “Streets of Philadelphia” di Bruce Springstreen vince il premio Oscar come Migliore Canzone (battendo, tra l’altro, anche Neil Young, candidato anche lui a ricevere quel premio quello stesso anno con la ... Leggi tutto Bruce Springsteen – Streets of Philadelphia

#1 – L’ultima scena

Era una sera come tante, qui, alla Taverna. Fumo di brace, odore di bruciato, imprecazioni provenienti da dietro il bancone, cori, accenni di risse. Forse appena più tranquilla delle altre sere, a dire il vero. Clodoveo aveva scampanato per l'ultimo giro, "o la campana ve la suono in testa" aveva aggiunto, e prese a soffiare sui lumi per lasciare il posto al primo e timido chiarore dell'alba. Stava per spegnere le candele dell'insegna, quando qualcosa sbucò dalla boscaglia...

Avviso a tutti i viaggiatori...

Questo sito è privo di pubblicità. Non guadagniamo dai vostri dati personali e non abbiamo intenzione di minare i vostri dispositivi per produrre bitcoin.

I contenuti sono di libero accesso a tutti e sotto la tutela Creative Commons.

Il progetto, seppur libero, ha bisogno del vostro sostegno e di finanziatori generosi. Il sito rispetta tutte le categorie protette, dallo studente fuorisede squattrinato al disoccupato. Loro avranno il compito molto più importante di farci conoscere e di portare il verbo errante oltre i confini dell’etere.

Grazie a tutti.